Go to Top
  • Nessun prodotto nel carrello

Storia

STORIA DELLE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO

Le Società di Mutuo Soccorso sono associazioni, le cui forme originarie videro la luce intorno alla seconda metà dell’Ottocento, nate per sopperire alle carenze dello stato sociale ed aiutare così i lavoratori a darsi un primo apparato di difesa nei confronti di eventi negativi quali incidenti sul lavoro, malattia o perdita del posto di lavoro.

La prima Società di Mutuo Soccorso italiana fu fondata a Pinerolo nel 1848: le libertà costituzionali concesse da Carlo Alberto permettono ai lavoratori di associarsi e aiutarsi l’un l’altro. Non più, quindi, le corporazioni di mestiere medievali che contavano pochi iscritti ciascuna, ma una vera e propria forza sociale che può contare su di una rete solidale che raggruppa centinaia e centinaia di iscritti, ognuno con il proprio lavoro.

Questa rete, che si fonda sull’aiuto reciproco e l’impegno, si diffonde velocemente su tutto il territorio nazionale.

Come già si verificò nell’Ottocento, periodo di grandi rivoluzioni in ambito economico, in questo momento stiamo vivendo un periodo di sconvolgente crisi economica che coinvolge inevitabilmente lo stato sociale: la globalizzazione, i cambiamenti tecnologici e l’espansione dei mercati verificatisi negli ultimissimi decenni hanno comportato una serie di mutamenti non soltanto nella struttura produttiva dei Paesi dell’Occidente ma anche nella loro società, rendendo non più praticabile un welfare così costoso e così ampio come quello attuale.

Il rifiorire delle Società di Mutuo Soccorso ed il fatto di aderivi, in tempi come questi, significa tutelare al meglio la gestione della propria salute quotidiana e della prevenzione.