Contatti:

Orari:

Storia delle società di mutuo soccorso

Le società di mutuo soccorso sono associazioni che cominciarono ad essere riconosciute nella seconda metà dell’Ottocento: la libertà di riunione, consentita dallo Statuto Albertino del 1848, favorì il loro sviluppo.

Si trattava, come si diceva all’epoca, di “una forma di associazione volta al bene”, nata dalla fratellanza tra lavoratori. Sopperivano alle carenze dello stato sociale si andava affermando, con l’urbanizzazione e l’industrializzazione, ed aiutavano così i lavoratori a darsi un primo apparato di difesa nei confronti di eventi negativi quali incidenti sul lavoro, malattia o perdita del posto di lavoro.

Lo scopo principale del mutuo soccorso era quello di fratellanza operaia, cioè il principio di organizzarsi da soli per eventuali problemi famigliari: era un’iniziativa di tipo volontario. Si differenziava quindi dalla tradizionale beneficienza, con i quali i ceti abbienti si occupavano dei poveri, facendo loro opere di bene.


Mentre si discuteva di democrazia, nella seconda metà dell’Ottocento, il diritto di voto, nell’Italia Unita, era limitato al 2% dei cittadini maschi, sulla base dell’istruzione e del censo. Il mutualismo, invece, era organizzato su basi democratiche: un voto a testa, e la stessa organizzazione democratica si aveva nelle cooperative.
Il mutuo soccorso nacque per primo, per cui la cooperazione si può considerare come “figlia” del mutualismo.
Vennero fondate anche società di mutuo soccorso femminili.

Il rifiorire delle Società di Mutuo Soccorso ed il fatto di aderivi, in tempi come questi, significa tutelare al meglio la gestione della propria salute quotidiana e della prevenzione..

La nostra storia

1848
1848
Libertà di riunione
La prima Società di Mutuo Soccorso italiana fu fondata a Pinerolo nel 1848: le libertà costituzionali concesse da Carlo Alberto permettono ai lavoratori di associarsi e aiutarsi l’un l’altro.
1864
1864
Il primo censimento delle mutue
Nel 1864 vennero censite per la prima volta le società di mutuo soccorso: l’indagine rilevò la presenza di 443 società operaie concentrate in Piemonte, Liguria, Emilia, Lombardia, Toscana ed Umbria. Vennero contati 111.608 soci aderenti effettivi.
1886
1886
Le prime garanzie giuridiche
Nel 1886 venne emanata la legge n. 3818, (tuttora in vigore, aggiornata dal Decreto Legge n. 179 del 18 ottobre 2012, poi convertito in Legge 221/2012), per garantire alle società mutualistiche il riconoscimento giuridico. Il movimento mutualistico, dopo alterne vicende nella prima metà del secolo XX e, dopo la seconda guerra mondiale, è rimasto in ombra per l’intervento dello Stato con la legislazione sociale. Il sussidio per l’invalidità e la vecchiaia diventa una prerogativa statale.
1950
1950
Il termine "mutua"
Il termine mutua, a partire dagli anni 1950 ha assunto un significato diverso da quello originario, indicando gli istituti di gestione delle assicurazioni sociali per l’assistenza contro le malattie.
2012
2012
La mutualità volontaria viene rinnovata

La Legge 221 del 2012 ha chiarito in maniera definitiva l’ambito di intervento delle mutue sanitarie senza però intaccarne i principi fondamentali, ribadendone tra l’altro la libertà: la mutualità volontaria era e resta libera ed in particolare le mutue sanitarie oggi possono dirsi a tutti gli effetti integrative del Servizio Sanitario Nazionale.

Anche in considerazione delle recenti evoluzioni della sanità pubblica e del mercato del lavoro, negli ultimi tempi le mutue sanitarie hanno iniziato a gestire in maniera organica forme di copertura sanitaria collettiva rivolte a dipendenti di aziende ed enti.

2022
2022
Il mutuo soccorso oggi

Oggi, occorre muoversi dal concetto di Welfare State per passare a quello di Welfare Society, recuperando l’idea di mutuo soccorso come forma di associazionismo ed autorganizzazione: per assicurare ai soci un sussidio, nei casi di malattia, d’impotenza al lavoro o di vecchiaia; venire in aiuto alle famiglie dei soci defunti” , come recitava il testo originario della Legge 3818 del 1886.

Hai bisogno di aiuto?